torna alla home page di www.storico.org
I nostri autori
LUCIANO ATTICCIATI è nato a Roma il 2 gennaio 1959, si è laureato in Scienze Politiche, indirizzo storico, presso l’Università degli Studi «La Sapienza» di Roma (1992-1993) con una tesi su Il movimento sindacale dei ferrovieri nel periodo giolittiano, relatore Prof. Emilio Gentile.
Ha collaborato come giornalista a «Forum Democratico», agenzia di stampa di Roma, 1986, alla pagina culturale del «Giornale d’Italia», a «Storia & Battaglie» e a «La Destra delle libertà».
Ha pubblicato i saggi storici Storia della guerra fredda 1945-1989 (1995), Storia del Terzo Mondo dal dopoguerra a oggi (1996), Il Boom economico. La rivoluzione della società (1997), History of the Third World (1998).
È il direttore del sito.
ALBERTO ROSSELLI, Genovese, di professione fa il giornalista e lo storico.
Si è laureato in Scienze Politiche, e ha frequentato la Facoltà di Storia e Filosofia.
Ha lavorato e lavora per svariati quotidiani e periodici locali, nazionali e internazionali, su talune tematiche a lui più congeniali: economia, storia, storia militare, storia del pensiero scientifico, storia delle religioni, geopolitica e geostrategia. Tra le varie testate quotidiane e settimanali alle quali ha prestato la sua firma: «Il Giornale», «L’Indipendente», «L’Europeo», «La Stampa», «Il Tempo», «Libero», «Maariv» e «Jerusalem Post» (Israele), «Le Figaro»; inoltre ha partecipato a diverse trasmissioni radiotelevisive.
Rosselli ha al suo attivo diversi saggi, fra i quali La Resistenza antisovietica e anticomunista in Europa Orientale 1944-1956 (Edizioni Settimo Sigillo; tradotto anche in lingua francese da Akribeia Ed.), L’Ultima Colonia - la guerra coloniale in Africa Orientale Tedesca 1914-1918 (G. Iuculano Editore), L’Olocausto armeno (Solfanelli Editore), Storie Segrete (G. Iuculano Editore), Il movimento panturanico e la grande Turchia (Settimo Sigillo Editore), L’America che non fu (Il Cerchio, iniziative editoriali), La Guerra aeronavale nel Mare del Nord (in collaborazione con Gabriele Faggioni, Edizioni Mattioli), La Guerra aeronavale nel Mar Ligure (in collaborazione con Gabriele Faggioni, Edizioni Ligurpress), Le Aquile della Mezzaluna, l’aviazione turca durante la Prima Guerra Mondiale (Edizioni Chillemi), Nei cieli e sugli Oceani, le operazioni aeronavali italiane meno note del Secondo Conflitto Mondiale (Edizioni Chillemi), Islam Nazismo Fascismo (Edizioni Nuova Aurora).
Attualmente, Alberto Rosselli è direttore responsabile del bimestrale «Storia Verità» (Edizioni Nuova Aurora, Firenze).
ANGELO FAZIO, laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, segue le attività del Centro Alti Studi per la lotta al terrorismo e alla violenza politica.
CARLO CESARE MONTANI, nato a Fiume nel 1937, ha conseguito la laurea in Scienze politiche e sociali «summa cum laude» presso l’Università di Firenze (1959) con una tesi su L’utopia coloniale nella politica italiana dell’Ottocento (relatore: professor Carlo Curcio; controrelatore: professor Giovanni Spadolini).
Dirigente di aziende industriali e Revisore ufficiale dei conti, ha coltivato una lunga attività di pubblicista, collaborando a parecchie riviste in campo storico, culturale ed economico.
Ha sviluppato particolari interessi nel mondo esule, cui ha dedicato diverse monografie, tra cui si segnalano: Venezia Giulia e Dalmazia: sommario storico, terza edizione con testo inglese a fronte, ADES/Regione Friuli-Venezia Giulia, Trieste 2002; Il trattato di Osimo, edizioni ANVGD, Firenze 1992; Don Luigi Stefani: pensiero e azione di un patriota dalmata, seconda edizione, ANVGD, Firenze 1996; La piccola Vedetta fiumana: storia di un periodico dell’esilio, edizioni ANVGD, Firenze 1994; La Carta del Carnaro nella retrospettiva storica e nella sua attualità, in «Lo Statuto della Reggenza italiana di Fiume tra storia, diritto internazionale e diritto costituzionale», edizioni Giuffrè, Milano 2008.
Fra l’altro, pubblica un Rapporto annuale sull’industria lapidea nel mondo, giunto alla XXIII edizione, e tiene una rubrica quindicinale su «Vita Nuova», periodico della Curia di Trieste.
CIRO DE ANGELIS si è laureato in filosofia all’Università di Lecce con una tesi in Storia Contemporanea, Fascismo, Testimoni di Geova e libertà religiosa.
Ha organizzato numerosi convegni sull’intolleranza religiosa e razziale, ed ha pubblicato diversi articoli di storia su periodici locali e nazionali.
Nel 2001 ha collaborato al libro di Matteo Pierro Fra Martirio e Resistenza con il saggio «I pionieri dell’obiezione di coscienza».
DANIELA FRANCESCHI si è laureata in storia all’Università di Pisa (centodieci su centodieci), con una tesi in Storia del Giornalismo dal titolo Temi riguardanti gli ebrei nel Corriere della Sera dal 1894 al 1906.
Ha conseguito nell’anno accademico 2012-2013 il master di secondo livello in Comunicazione Pubblica e Politica all’Università di Pisa.
Attualmente, sta conducendo ulteriori ricerche sulla materia e collabora a «Il tempo e l’idea» su temi culturali e storici; dalla fine del 2008 è Membro esperto del CISE, il Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici dell’Università di Pisa.
EDOARDO CICCHINELLI si è laureato in Lettere e Filosofia con una tesi di Storia Contemporanea sulla politica estera islandese e il teatro strategico del Nord Atlantico.
Si è sempre diviso fra la storia, sua grande passione, ed il lavoro per una piccola casa editrice.
ELENA PIEROTTI, nata a Lucca, si è laureata in Storia presso l’Università di Pisa nell’anno accademico 2009/2010 con una tesi dal titolo Padre Gioacchino Prosperi. Dalle amicizie cristiane ai valori rosminiani (relatore professoressa Daniela Lombardi, correlatore professoressa Maria Pia Paoli, presidente Alberto Mario Banti, voto riportato 108/110).
Ha sempre curato a titolo personale multiformi studi storici. Il suo curriculum universitario ha spaziato in tutte le direzioni per una formazione generale il più possibile a 360°.
ENRICO OLIARI nasce nel 1970 a Riva del Garda.
Di professione infermiere e giornalista pubblicista, autore di diverse inchieste e servizi, è direttore responsabile del quotidiano on line «Notizie Geopolitiche».
Ha pubblicato i saggi storici L’omo delinquente – Scandali e delitti gay dall’Unità a Giolitti (Prospettiva, 2006) e Omosessuali? Compagni che sbagliano. Omosessualità e comunismo: ciò che non bisogna sapere (Prospettiva, 2009).
ERCOLINA MILANESI è giornalista, collaboratrice e free-lance su diversi quotidiani nazionali, ed in particolare per «Il Popolo d’Italia», «La Prealpina di Varese», «Rinascita», «Libero», «Il Giornale d’Italia» di Roma, «Il Secolo XIX», «Il Messaggero», «La Voce di Parma» e altri, comprese riviste culturali, fra le quali «L’Altra Voce»; scrive inoltre sui quotidiani stranieri «The Washington Post» (Stati Uniti), «The Economist» (Inghilterra), «Nice-Matin» (Costa Azzurra), «Le Figaro» (Francia), «Xebat» (il quotidiano più prestigioso nel Kurdistan dell’Iraq) e «Panorama Curdo». 
Di sé scrive: «Amo molto studiare e le mie materie preferite sono la politica estera (diverse volte sono stata inviata all’estero per reportages), la politica interna, la storia, la teologia e la filosofia».
Adora scrivere ed è sempre in prima linea con le sue osservazioni ed i suoi articoli. Non per nulla è definita «la reazionaria».
Nel 2007 ha pubblicato il suo romanzo autobiografico Dolci, tristi ricordi (G. Iuculano Editore).
Ha detto di sé: «La mia passione è scrivere, ed ho l’ardore di una ventenne».
FILIPPO MARCIANÒ nasce a Reggio Calabria il 5 aprile 1977, ma vive a Desio, in Brianza.
Dal 2010 fa parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione Culturale «Figli di Nerone».
Ha sempre avuto una grande passione per tutto ciò che concerne il mondo del circo, affinata negli anni non solo con la visione degli spettacoli, ma anche con un diretto rapporto di amicizia e dialogo con gli artisti che vi lavorano.
FRANCESCO DUFOUR. Note biografiche non disponibili.
GIOVANNI QUINTILIANO è nato a Trieste il 16 agosto 1957; sposato con due figli, si è laureato in Giurisprudenza all’Università «La Sapienza» di Roma discutendo una tesi in Storia del Diritto Italiano: Filippo Briganti nell’Illuminismo giuridico napoletano.
È appassionato di storia, soprattutto contemporanea, e risiede a Roma.
Colleziona francobolli prediligendo in particolare l’aspetto storico e culturale della filatelia.
GIOVANNI VENEZIA è giornalista e ha scritto per numerose testate, fra le quali «L’Ora», «Gazzettino di Sicilia», «Giornale di Sicilia», «Il Giorno», «Corriere dello Sport», «Sicilia 2000», «Centonove». A Torino ha diretto «Il Narciso», «Mondo Giovanile», «La Città».
Inoltre è autore di numerose poesie, e ha ricevuto riconoscimenti ufficiali.
GUGLIELMO PIOMBINI, giornalista e saggista, ha collaborato con «Liberal», «Il Domenicale», «Elite», ed ha svolto diverse attività su internet.
LODOVICO CONZIMU si è laureato in Scienze Politiche con votazione centodieci su centodieci con una tesi dal titolo Kurdistan: il sogno di una nazione tra speranze e promesse.
MARIO MENICHETTI. Note biografiche non disponibili.
MATTEO LUIGI NAPOLITANO (San Severo, 1962), è professore associato di Storia delle relazioni internazionali nel Corso di laurea in Scienze Politiche, dell’amministrazione e di governo della politica della Facoltà di Economia dell’Università del Molise.
È autore dei volumi Mussolini e la Conferenza di Locarno (1996), Un ponte tra Vangelo e cultura (con Ornella di Pumpo, 1998), Pio XII tra guerra e pace (2002), Il Papa che salvò gli Ebrei (con Andrea Tornielli, 2004) e Pacelli, Roncalli e i battesimi della Shoah (2005).
Dirige la collana «Officine di Storia europea» dell’Istituto Poligrafico dello Stato, per la quale ha curato il volume Le possibili Europe. Storia, diritti, conflitti (2009) e Diplomazia delle risorse. Le materie prime e il sistema internazionale nel Novecento (con Massimiliano Guderzo, 2004).
Ha pubblicato, inoltre, diversi saggi di storia diplomatica e delle relazioni internazionali.
MATTEO PIERRO, storico salernitano, è autore di un libro (Fra martirio e resistenza. La persecuzione nazista e fascista dei testimoni di Geova, Edizioni ACTAC, Como, 1997) e di numerosi articoli su questo argomento.
MAURIZIO STEFANINI, nato a Roma nel 1961, maturità classica, laurea in Scienze Politiche alla Luiss, giornalista professionista dal 1988.
Free-lance impenitente, collabora con «Foglio» dalla fondazione.
Specialista in America Latina, Terzo Mondo, movimenti politici comparati, approfondimenti storici.
Ha pubblicato, tra gli altri, i libri I nomi del male, ritratto dei leader dell’asse del Male e Ultras – Identità, politica e violenza nel tifo sportivo da Pompei a Raciti e Sandri. Coautore dei libri L’Italia del fare (Ideazione Edizioni), I Senza Patria (Ponte alle Grazie), Il Paese del non fare (Ponte alle Grazie).
NICOLA ODDO. Note biografiche non disponibili.
PIER LUIGI BAGLIONI, scrittore, con un’esperienza di sindacalista dei colletti bianchi, si è dedicato ai romanzi, ed ha ottenuto per tale attività un buon numero di premi e riconoscimenti.
ROBERTO BARTALI. Note biografiche non disponibili.
ROBERTO BIAGIONI, appassionato di Scienze Storiche, ha pubblicato diversi articoli su www.storiaxxisecolo.it e www.tuttostoria.net.
ROBERTO SUGGI LIVERANI è nato a Roma nel 1981 ma si è trasferito a vivere e lavorare ad Aotearoa (Nuova Zelanda).
Si è laureato in Scienze Politiche con la tesi Ioannis Metaxas – un dittatore ellenico negli anni Trenta.
SIMONE VALTORTA è nato il 18 giugno 1974 a Desio, in Brianza.
Il 3 ottobre 2006 si è laureato in Lettere Moderne all’Università Cattolica di Milano con la tesi Amico e Amelio nell’agiografia medievale; il 15 dicembre 2012 ha conseguito una seconda laurea, in Scienze Religiose presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano, con una tesi su La nozione cristiana di creazione.
Da molti anni si dedica con pari passione all’insegnamento ed alla letteratura.
Ha collaborato a varie riviste e siti internet ed ha ricevuto premi a concorsi letterari.
Ha pubblicato i libri per bambini Il giullare di Dio (Edizioni dell’Immacolata, 2004), Il sorriso di una Madre (Edizioni dell’Immacolata, 2005), I racconti del saggio gufo (La Riflessione, 2008) e il romanzo per ragazzi La spada nella roccia (www.ilmiolibro.it, Gruppo Editore L’Espresso, 2008).
Al Premio per la Pace 2004 ha ricevuto una pergamena quale riconoscimento speciale per l’opera svolta a favore della pace nell’ambito della cultura.
TIBERIO GRAZIANI, docente presso l’Università di Perugia, ha curato l’edizione italiana di diversi testi degli scrittori francesi Pierre Drieu La Rochelle e Robert Brasillach, editi dalle Edizioni all’Insegna del Veltro, Il Settimo Sigillo, Settecolori, Il Cavallo Alato, Il Sigillo, Ar.